Beni Culturali

Nell’ambito della salvaguardia dei beni culturali, ed in particolare di quelle opere dove l’aspetto morfologico assume un ruolo primario, un sempre maggiore interesse viene rivolto a quelle tecnologie proprie del mondo industriale, in grado di offrire nuove opportunità di studio e di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale.
In particolare, l’uso di sistemi di acquisizione digitale e di tipo CAD/CAM consentono, sotto opportune condizioni, sia di ottenere preziose informazioni sulle caratteristiche morfologiche dell’opera d’arte che di eseguire interventi di simulazione e pianificazione dell’azione di restauro.
Le attività del laboratorio PROTOLAB, dell’Unità di Agenzia per lo Sviluppo Sostenibile dell’ENEA di Bologna, che da diversi anni si occupa di queste tematiche, sono finalizzate al trasferimento tecnologico nell’ambito delle tecniche cad/cam con particolare riguardo a quelle di Prototipazione Rapida e Ingegneria Inversa rivolte a diversi settori industriali ed in particolare nella conservazione dei beni artistici e culturali, mettendo quindi in evidenza la flessibilità e trasversalità delle tecnologie applicate.

Applicazioni Trasversali di Reverse Engineering nei Beni Culturali


Valorizzazione Beni Culturali
Restauro virtuale
Museo Virtuale della Certosa
I partigiani di Porta Lame: caso di studio
Prototipazione rapida, ingegneria inversa e Beni Culturali
Progetto Duplicazione&Rinascita: tavolette in caratteri cuneiformi
Dal modello reale alla riproduzione in scala
Riproduzione delle Steli della Tomba di Horemheb

Translate »