Artigianato Artistico di Bologna: Progetto ProtoArt

Il progetto ProtoArt, al quale partecipano 23 operatori del settore provenienti dalle Province di Bologna, Modena e Forlì, si compone di due moduli che prevedono una prima fase di formazione comune sulla modellazione CAD 3D, l’ingegneria inversa e la prototipazione rapida applicate al settore della gioielleria ed una seconda fase applicativa, che prevede l’utilizzo da parte degli artigiani orafi delle attrezzature hardware e software presenti nel laboratorio PROTOLAB per la progettazione delle loro collezioni.
Nella progettazione di gioielli dall’elevato contenuto artistico, come lo sono quelli prodotti in maniera artigianale, la ricerca della forma finale è il risultato spesso di un percorso che avviene per step successivi, dove l’artigiano orafo ed il cliente interagiscono tra loro apportando modifiche. La possibilità di mostrare un’immagine virtuale del modello e di eseguire al CAD queste correzioni, in una qualsiasi parte del progetto orafo senza dover ricostruire tutto il modello, costituisce un notevole vantaggio competitivo sia in termini di riduzione dei tempi di progettazione, che di aumento della qualità dei modelli.

PROTOART

Anche la produzione di ciondoli, bracciali o catene può essere impreziosita attraverso l’inserimento di pavè o motivi artistici che, mediante il CAD, possono essere progettati fin nei minimi particolari con le superfici già pronte per l’incassatura e con le dimensioni esatte previste per le pietre preziose.
In Emilia Romagna, a differenza ad esempio della regione Toscana, non esiste un vero e proprio Distretto orafo ma una radicata cultura nel settore della gioielleria che si manifesta con la presenza di un ragguardevole numero di laboratori artigiani e di qualche importante azienda del settore accessori moda.
Grazie alla collaborazione con CNA ed ECIPAR per quanto riguarda la parte organizzativa, l’ENEA ha avviato fin dal 2005 corsi di formazione sull’applicazione delle tecnologie CAD/CAM nella progettazione dei modelli di gioielleria rivolta agli artigiani orafi della Provincia di Bologna. Dalla realizzazione dei primi corsi base sulla modellazione 3D alla fine del 2008 si è passati allo svolgimento ad un vero e proprio progetto di trasferimento tecnologico denominato ProtoArt e finanziato con le risorse del FSE.
Il percorso realizzato con il progetto ProtoArt ha mostrato che è possibile integrare tecniche ad alto contenuto tecnologico con quelle più tradizionali proprie della cultura orafa artigiana, al fine sia di innalzare il livello qualitativo delle collezioni e sia consentire la progettazione di modelli impossibili da realizzare manualmente.
Il successo ottenuto con il progetto ProtoArt darà il via ad un’altra serie di iniziative a partire da settembre 2009, con il finanziamento da parte della Provincia di Bologna di altri due progetti come: TrendDesign destinato agli orafi che desiderano approfondire le competenze già maturate in ambito CAD/CAM e Gold3D, rivolto ai nuovi operatori orafi interessati ad inserire all’interno della propria attività le tecnologie informatiche di ultima generazione per la progettazione delle loro collezioni.

Nelle immagini è mostrato il percorso che, a partire dalla progettazione virtuale di un anello mediante il CAD 3D sulla pietra fornita dal cliente, porta alla creazione del modello in cera mediante tecnica di prototipazione rapida e alla successiva fusione ed incassatura delle pietre preziose per l’ottenimento del gioiello finale.

 

Accessori Moda

Progetti

Translate »