Obiettivi

L’innovazione di prodotto e la riduzione del “time to market” rappresentano i fattori su cui si gioca la competitività delle piccole e medie imprese manifatturiere. La necessità di introdurre sul mercato prodotti innovativi e in tempi ridotti impone l’adozione di tecnologie la cui integrazione con quelle tradizionali consente di ottenere significative riduzioni dei tempi di ideazione, progettazione ed ingegnerizzazione del prodotto.

Tra gli strumenti di tipo CAD/CAM a supporto delle imprese per affrontare e vincere queste sfide rientrano tecnologie già consolidate ma ancora non completamente diffuse come la modellazione 3D, ed altre maggiormente innovative come la prototipazione rapida e l’ingegneria inversa.

Poiché il sistema delle piccole e medie imprese operanti nei settori produttivi tradizionali non sempre riesce a trovare risposta ai suoi bisogni di innovazione, l’ENEA, nell’ambito delle sue attività di ricerca e trasferimento tecnologico, ha realizzato nel 1998 presso il Centro Ricerche Ezio Clementel di Bologna, un Laboratorio denominato PROTOCENTER, ora PROTOLAB, che ha lo specifico obiettivo di fornire assitenza alle PMI per verificare l’efficacia nell’utilizzo delle tecnologie CAD/CAM, soprattutto nella fase di creazione del prodotto e in quella di ottimizzazione del sistema produttivo.

In questo ambito, uno dei compiti più importanti delle attività del laboratorio PROTOLAB è quello di valutare, in funzione del particolare settore di interesse, le metodologie ed il reale impatto che le imprese devono sostenere per poter assimilare queste tecnologie e le modalità per una loro corretta integrazione con quelle tradizionali.

La flessibilità delle tecnologie considerate consente di operare in maniera trasversale nei settori trainanti dell’economia del paese che vanno da quello meccanico, del design, dei beni culturali, calzaturiero, orafo e biomedicale.

Translate »